ALCHIMIA TRA DIVINA, FLORA E STARDREAM PER “CATERINA”

Marzo 2018

ALCHIMIA TRA DIVINA, FLORA E STARDREAM PER “CATERINA”

ALCHIMIA TRA DIVINA, FLORA E STARDREAM PER “CATERINA”

Una selezione accurata di carte creative di Gruppo Cordenons ha contribuito a dare vita a Caterina, un progetto che l’artista Cristina Pancini ha sviluppato nell’ambito di A più voci, il programma che dal 2011 la Fondazione Palazzo Strozzi dedica alle persone con Alzheimer e chi se ne prende cura. Dalla riflessione sulle possibilità che le persone con demenza hanno di vivere la propria relazione con il mondo è nata Caterina: un’esperienza collettiva a più tappe le cui tracce sono adesso racchiuse in un libro d’artista edito da Palazzo Strozzi e Boite Editions. È proprio quest’ultimo che ha attinto dal portfolio di creative paper firmato Gruppo Cordenons per comporre una serie di quaderni e il folder che li racchiude. “La scelta delle carte è stata fondamentale sia dal punto di vista comunicativo sia del significato che quest’opera rappresenta – spiegano Cristina Pancini e Irene Balzani, responsabile del Progetto A più voci. – Le copertine di ognuno dei quattro quaderni sono realizzate con Flora Ginepro, Cannella, Crusca e Tabacco, colori in armonia l’un l’altro, che con la loro morbidezza fanno pensare alla fluidità della memoria. Le pagine interne sono stampate su Divina White, una carta altrettanto delicata”.

La perlescente Stardream Antique Gold è stata impiegata per creare una sorta di scrigno che, quasi in contrasto con l’effetto naturale delle cover dei quaderni, enfatizza la preziosità di Caterina. 

 

 

 

 

 

Ulteriori Progetti